PARENTELE GALLELLI

 

Nella foto lo stemmario delle parentele, contenuto nella sala-armi di castello Gallelli



 NOBILI CAMPISI DI CAULONIA

Nobile famiglia originaria di Caulonia.
I baroni Gallelli di Badolato si sono imparentati con questa Casata il 1888 quando il barone cav.della corona d’Italia avv. don Giuseppe Gallelli n. a Badolato il 5.01.1830 sposa la nobile Marianna Campasi di Caulonia.
Questa è una delle famiglie più importanti e nobili del paese, porta in dote ai baroni Gallelli di Badolato i possedimenti siti a Caulonia, estendendo gli interessi terrieri dei Gallelli anche nel Reggino.

 

MARCHESI ALEMANNI DI CATANZARO


I baroni Gallelli di Badolato si imparentarono con questa Casata, quando il barone cav. della corona d’Italia, avv. don Giuseppe Gallelli, nato a Badolato il 17.01.1866 dal barone don Giuseppe, cav. avv. e donna Campisi, dei nobili Campasi di Caulonia, sposa il 5.12.1904 donna Lucia Alemanni, n. a Napoli dal marchese Michele Alemanni, e dalla principessa Agata Ruffo della Scaletta. Nobile e ricca famiglia originaria Germanica, gli Alemanni si stabilirono nel XIV secolo in Toscana, e si diramarono successivamente in Lombardia, Napoli, Calabria, e Sicilia.

Il ramo primogenito si stabili’ inizialmente a Tiriolo (CZ) dove fece edificare un grandioso palazzo, si spostarono poi a Catanzaro alla fine del 1600, e successivamente commissionarono la stessa tipologia stilistica di palazzo gentilizio, allo stesso architetto, che ne ultimo’ i lavori attorno a Catanzaro intorno al 1860. Aristocrazia illuminata e filantropica, furono dei mecenati del loro tempo, sempre sensibili all’arte e agli artisti, commissionando una quantica enorme di opere d’arte ai talenti del tempo. Tra i loro protetti, vi fu anche il famoso Mattia Preti, il piu’ grande pittore del 600 Calabrese. Col matrimonio tra il marchese Michele Alemanni di Catanzaro, e la principessa Agata Ruffo della Scaletta, il gia’ grande palazzo di Catanzaro, inizialmente costituito da un unico edificio, in virtu’ di quest’avvenimento, venne ulteriormente ingrandito, si aggiunsero quindi a quello esistente, altri tre grandi corpi. Il palazzo, i cui lavori terminarono definitivamente il 1865, assunse quindi l’attuale pianta quadrata, con cortile centrale. Nel grande salone delle feste finemente affrescato da artisti del tempo, sono ancora visibili sul soffitto, lo stemma Ruffo e quello Alemanni, dipinti per suggellare l’unione di queste due dinastie.Magnanimi e fedeli alla corona di Borbone, quella Alemanni fu una Casata politicamente influente. In Calabria ricoprirono cariche importantissime per la corona, divenentando la famiglia di fiducia dei sovrani di Borbone a Catanzaro, in particolare con don Michele Alemanni, podesta’ della citta’. Questi fu uomo politico intelligente e buono, chiamato affettuosamente dai Catanzaresi “papa’ Mico”, per via dei suoi interventi politici a favore dei nobili e del popolo.

Si ricorda inafatti che quando vi erano carestie, don Mico non esitava a far aprire i granai di palazzo Alemanni per aiutare i bisognosi, e famosi furono i suoi interventi presso il re, quando si trattava di intercedere per le famiglie nobili di Catanzaro, che avevano avuto guai con la giustizia, a causa di

qualche loro congiunto un po’ troppo “turbolento”.

Per il loro operato di giustizia e fedelta’ alla corona del regno delle due Sicilie, lo stesso re combino’ il matrimonio tra il marchese Michele Alemanni, e la principessa Agata Ruffo della Scaletta.


PRINCIPI RUFFO DELLA SCALETTA

 I baroni Gallelli di Badolato si imparentarono con questa casata, quando il barone cav. della corona d’Italia, avv. don Giuseppe Gallelli, nato a Badolato il 17.01.1866 dal barone don Giuseppe, cav. avv. e donna Campisi, dei nobili Campasi di Caulonia, sposa il 5.12.1904 donna Lucia Alemanni, n. a Napoli dal marchese Michele Alemanni, e dalla principessa Agata Ruffo della Scaletta.

https://it.wikipedia.org/wiki/Ruffo_di_Calabria

 
NOBILI de SALAZAR

 I baroni Gallelli di Badolato si sono imparentati con questa famiglia, attraverso il matrimonio celebrato il 25.06.1938 tra il barone don Giuseppe Gallelli, n. a Badolato dal barone cav. don Pasquale, e dalla marchesa Lucia Alemanni, e la nobile donna Trieste de Salazar,n. a Catanzaro.

https://it.wikipedia.org/wiki/Salazar_(famiglia

 MARCHESI de RISO

Nobile famiglia marchionale di Catanzaro.
I baroni Gallelli di Badolato hanno acquisito questa parentela, attraverso il matrimonio con i nobili de Salazar di Catanzaro.
 


NOBILI MARINCOLA CATTANEO E S. FLORO

Nobile famiglia originaria Calabrese.
I baroni Gallelli di Badolato hanno acquisito questa parentela attraverso il matrimonio con i nobili de Salazar di Catanzaro.

NOBILI SPEDALIERI DI GUARDAVALLE

Antico casato originario di Guardavalle.
I baroni Gallelli di Badolato si sono imparentata con questa famiglia attraverso il matrimonio coi nobili de Salazar di Catanzaro.
 


BENSO DEI CONTI DI PONTICELLI


I baroni Gallelli, si sono imparentati col ramo dei Benso di Ponticelli, inseguito al matrimonio tra il barone Vittorio Gallelli (n. a Catanzaro il 29.03.1939) e la nobile Daniela Benso (n. a Torino il

celebrato a Roma il 28 febraio 1973.

https://it.wikipedia.org/wiki/Cavour_(famiglia)

 
BARONI CORSI di TURRI e MOGGIO

 I baroni Gallelli di Badolato, si sono imparentati con questa Casata, quando il barone cav. don Ettore Gallelli Benso de Salazar n. a Trieste il 13.08.73 sposa il 9 giugno 2007 a Roma, presso la chiesa di San Domenico e Sisto, donna Isabella n. a Roma il 27.11.75 figlia di Stefano dei baroni Corsi di Turri e Moggio, e di donna Fabiola Cenci Bolognetti dei principi di Vicovaro.

https://it.wikipedia.org/wiki/Corsi_(famiglia)


CENCI BOLOGNETTI 

I baroni Gallelli di Badolato, si sono imparentati con questa Casata, quando il barone cav. don Ettore Gallelli Benso de Salazar n. a Trieste il 13.08.73 sposa il 9 giugno 2007 a Roma, presso la chiesa di S.Domenico e Sisto, donna Isabella n. a Roma il 27.11.75 figlia di Stefano dei baroni Corsi di Turri e Moggio, e di donna Fabiola Cenci Bolognetti dei principi di Vicovaro.

https://it.wikipedia.org/wiki/Cenci_(famiglia)


  COLONNA


I baroni Gallelli di Badolato, hanno acquisito questa parentela, attraverso il matrimonio coi baroni Corsi di Turri e Moggio, imparentati a loro volta coi Colonna Paliano.

https://it.wikipedia.org/wiki/Colonna_(famiglia)

 
TORLONIA

I baroni Gallelli di Badolato, hanno acquisito questa parentela, attraverso il matrimonio coi Cenci Bolognetti, imparentati a loro volta coi Torlonia.

https://it.wikipedia.org/wiki/Torlonia


MASSIMO LANCELLOTTI

I baroni Gallelli di Badolato, hanno acquisito questa parentela, attraverso il matrimonio coi Cenci Bolognetti, imparentati a loro volta coi Massimo Lancellotti

https://it.wikipedia.org/wiki/Massimo_(famiglia)

https://it.wikipedia.org/wiki/Lancellotti_(famiglia


SACCHETTI

I baroni Gallelli di Badolato, hanno acquisito questa parentela, attraverso il matrimonio coi Cenci Bolognetti, imparentati a loro volta coi Sacchetti.

https://it.wikipedia.org/wiki/Sacchetti_(famiglia)

 
PRINCIPI di SANGRO


I baroni Gallelli di Badolato hanno acquisito questa parentela, attraverso il matrimonio coi baroni Corsi di Turri e Moggio. Questi sono infatti imparentati coi di Sangro, principi di Fondi e di S. Severo, attraverso il matrimonio celebrato il 1901 tra Leopoldo Corsi, barone di Turri e Moggio, nato a Napoli 26.06.1882 sposa il 14 sett. 1902 donna Isabella de Sangro, figlia della principessa donna Bianca Colonna -Paliano, e don Andrea de Sangro, principe di Fondi, e S.Severo.

Quella dei de Sangro, è una delle famiglie più prestigiose e vicine alla corona Borbone due Sicilie, il loro antenato più famoso o famigerato fu, Raimondo de Sangro principe di S. Severo, l’alchimista. Si dice che conducesse segretamente degli esperimenti su cadaveri, per studiarne gli esiti, ma il mito a volte si confonde con la realtà.

https://it.wikipedia.org/wiki/Di_Sangro

 
PRINCIPI BARBERINI

I baroni Gallelli di Badolato, hanno contratto questa parentela attraverso il matrimonio celebrato il 9 giugno 2007, tra don Ettore Gallelli Benso de Salazar, e donna Isabella dei baroni Corsi di Turri e Moggio, figlia di Stefano Corsi di Turri, e donna Fabiola dei principi Cenci Bolognetti, questi ultimi a loro volta imparentati anche coi principi Barberini.

https://it.wikipedia.org/wiki/Barberini

   MARCHESI MALVEZI CAMPEGGI

 I baroni Gallelli di Badolato, hanno acquisito questa parentela attraverso il matrimonio coi baroni Corsi di Turri e Moggio, imparentati coi principi Cenci Bolognetti di Vicovaro, parenti a loro volta dei marchesi Malvezzi Campeggi di Dozza, attraverso il matrimonio tra il principe Paolo Cenci Bolognetti e la marchesa Vannella Malvezzi Campeggi.

https://it.wikipedia.org/wiki/Malvezzi_(famiglia


CONTI ROSSI DI MONTELERA

 I baroni Gallelli di Badolato, hanno acquisito questa parentela attraverso il matrimonio coi baroni Corsi di Turri e Moggio, imparentati a loro volta coi Rossi di Montelera.


 PRINCIPI ORSINI

 
I baroni Gallelli di Badolato, hanno contratto questa parentela attraverso il matrimonio celebrato il 9 giugno 2007, tra don Ettore Gallelli Benso de Salazar, e donna Isabella dei baroni Corsi di Turri e Moggio, figlia di Stefano dei baroni Corsi di Turri, e donna Fabiola dei principi Cenci Bolognetti, questi ultimi a loro volta imparentati coi principi Orsini.

https://it.wikipedia.org/wiki/Orsini

 
IMPERIALI DI FRANCAVILLA

 
I baroni Gallelli di Badolato, hanno contratto questa parentela attraverso il matrimonio celebrato il 9 giugno 2007, tra don Ettore Gallelli Benso de Salazar, e donna Isabella dei baroni Corsi di Turri e Moggio, figlia di Stefano dei baroni Corsi di Turri, e donna Fabiola dei principi Cenci Bolognetti.
PRINCIPI HOENLOHE-BARTENSTEIN

https://it.wikipedia.org/wiki/Imperiale_(famiglia)

 
HELLOEN BERTENSTEIN


I baroni Gallelli di Badolato, hanno acquisito questa parentela attraverso il matrimonio coi baroni Corsi di Turri e Moggio, a loro volta imparentati coi principi Helloen-Bertenstein, tramite il matrimonio di Raffaele Corsi e Margherita Hoenlohe-Bertenstein.

https://it.wikipedia.org/wiki/Hohenlohe

 
ASBURGO LORENA

 
I baroni Gallelli di Badolato, hanno acquisito questa parentela attraverso il matrimonio coi baroni Corsi di Turri e Moggio, a loro volta imparentati con gli Asburgo Lorena, tramite il matrimonio coi principi Helloen-Bertenstein, quando un Raffaele Corsi sposò e la principessa Margherita Hoenlohe-Bertenstein, quest’ultima figlia appunto di S.A.R. Anna d’ Asburgo-Lorena.

https://it.wikipedia.org/wiki/Asburgo-Lorena

FONTI

- ANNUARIO DELLA NOBILTA' ITALIANA -volume III S.A.G.I. edizioni 2006-2011-2014-2019.

- ELENCO DEI TITOLATI ITALIANI (tutte le edizioni).

- LIBRO D’ORO DELLE FAMIGLIE NOBILI E NOTABILI (ed. 2011).

- ALBO D’ORO DELLA NOBILTA’ ITALIANA (tutte le edizioni).

- CALENDARIO D’ORO (ed. 2014).

- CALENDARIO REALE (ed. 2015).

- RUOLO GENERALE DEI CAVALIERI DI MALTA AD HONOREM (tutte le edizioni).

- LIBRO D’ORO DELLA NOBILTA’ ITALIANA -NUOVA SERIE CORRENTE (tutte le edizioni).

- CALENDARIO PONTIFICIO (tutte le edizioni).

- ALBO D’ORO DELLE DIMORE STORICHE ITALIANE (tutte le edizioni).

- ELENCO GENERALE DEI PARAFRENIERI PONTIFICI (tutte le edizioni).

- STORIA DEI BARONI GALLELLI DI BADOLATO, edito da BRUNO RUSSO-2013.
- REGISTRO UFFICIALE DEI FEUDATARI DI BADOLATO-2013.
- LIBRO D'ORO DELLA NOBILTA' ITALIANA -DELLA CONSULTA ARALDICA DEL REGNO D'ITALIA-SERIE AGGIORNATA-volume G-L (tutte le edizioni).
- ELENCO UFFICIALE DELLA NOBILTA' ITALIANA-DELLA CONSULTA ARALDICA DEL REGNO D'ITALIA - SERIE AGGIORNATA (tutte le edizioni).
- REGIO LIBRO D'ORO DELLA NOBILTA' ITALIANA- (tutte le edizioni).
- DECANO NOBILIARE CALABRESE-(tutte le edizioni).
- RIVISTA ARALDICA CALABRESE
- RIVISTA CALABRESE DI CACCIA ALLA VOLPE A CAVALLO
- STORIA DI BADOLATO DAL 1080 AL 2009. Storico Antonio Gesualdo (edizioni Abramo 2009.)
- RIVISTA ARALDICA (numero del 1991-Collegio Araldico Romano).
- Storia medioevale di Badolato, dello storico A. Gesualdo, edizioni Frama Sud 1986.
- Storia di Badolato medioevale e moderna, dello storico A. Gesualdo. Edizioni Frama Sud 1987.
- Storia di Badolato dal 1799 al 1999, dello storico A. Gesualdo. edizioni Frama Sud 1999
Leggi>>
- Storia di Zara, dello storico prof. Docozan.
- Modi di produzione dell'azienda agraria dei baroni Gallelli di Badolato tra '700 e '800. A. Crisafi.
- Il Quotidiano di Sabato 2 giugno 2007 Franco Laganà
Leggi>>
- Punto &@ Capo mensile di informazione, cultura, sport Rosa Gallelli
Leggi>>
- Il Domani di Sabato 25 agosto 2007
Leggi>>