STEMMA

In origine, gli stemmi erano impiegati come simboli distintivi di condottieri militari o cavalieri.

Col tempo l'uso degli stemmi venne regolamentato dal sovrano, questi divennero praticamente coincidenti con i titoli di nobiltà; solo molto più tardi iniziò la pratica di concedere stemmi anche a enti, istituzioni ed individui non appartenenti alla nobiltà locale. Nel frattempo la codificazione in atto portò alla strutturazione degli elementi pertinenti all'uso degli stemmi. Pur tenendo conto della notevole variabilità tra le interpretazioni dei vari studiosi possiamo distinguere le seguenti voci:

   scudo: supporto su cui disegnare lo stemma;

   stemma: simbolo grafico utilizzabile come elemento distintivo individuale e rappresentato su uno scudo;

   arma: insegna costituita da uno stemma corredato da una serie di ornamenti esteriori aventi lo scopo di evidenziare il grado di nobiltà, le funzioni, il rango del titolare (mantello, elmo, corona,supporti, ecc);

   blasonatura: descrizione di uno stemma, o di un'arma, fatta secondo regole organiche riconosciute.

Basandoci sulle definizioni date, possiamo ora distinguere i vari tipi di raccolte araldiche:

   stemmari: raccolte di stemmi;

   blasonari:raccolte di descrizioni di stemmi;

   armoriali:raccolte di stemmi ed armi, corredati delle relative descrizioni.

L'attuale stemma dei baroni Gallelli di Badolato, non è solo l’antico simbolo distintivo di questa famiglia, ma è oggi anche il loro marchio per le loro attività imprenditoriali, sportive e culturali.

Lo stemma infatti è registrato presso la camera di commercio come simbolo dell’ azienda agraria di famiglia, e delle loro associazioni sportive.
L’attuale stemma fu modificato da un Franciscus Gallello alla fine del 1500, probabilmente inseguito al trasferimento in Calabria del casato, ed è successivo a quello originario dei Gallelli a Zara, che vedeva un gallo argento, su scudo rosso, fermo su tre cime verdi.

DESCRIZIONE

Troncato nel primo d’oro, all’aquila spiegata di nero coronata, rostrata e armata del campo, linguata di rosso, movente dalla troncatura.
Nel secondo d’oro, alla terrazza di verde sostenente una volpe salente al naturale, con la testa rivolta e sinistrata da un gallo della volpe passante, imbeccato, crestato e barbato di rosso.
Le tre bestie simboleggiano

Audacia, Astuzia, Sveltezza.

Prof. Antonio Gesualdo.



Stemma personale a colori del barone Ettore Gallelli Benso di Badolato, con accollati (da sinistra), la decorazione dei Parafrenieri Pontifici di Sua Santità, quella dei cavalieri Costantiniani di San. Giorgio, e quella dei cavalieri di Malta ad Honorem di Catanzaro.

Stemma a cura del Prof. Andrea Borella, tratto dalla XXXIIIesima edizione 2020 dell’Annuario della Nobiltà Italiana.



Stemma bianco -nero a cura del Prof. Andrea Borella, tratto dalla XXXIIIesimaedizione 2020 dell’Annuario della Nobiltà Italiana.



Stemma antico Gallelli utilizzato da Ettore Gallelli-editore



Stemma personale del barone Ettore Gallelli, utilizzato per le confezioni di olio extravergine di oliva dell’azienda agraria Gbarone Gallelli di Badolato.



FONTI


- Annuario della Nobilta' Italiana -S.A.G.I. Edizioni 2006-2011-2014-2017 (tutte le edizioni)

-Elenco dei Titolati Italiani (tutte le edizioni) Accademia Araldico Nobiliare Italiana G.Camajani.

   Calendario d'Oro (ed. 2014-2015-2016) Ettore Gallelli-editore (tutte le edizioni)

   Calendario Pontificio (tutte le edizioni) Ettore Gallelli-editore (tutte le edizioni)

   Calendario Reale (ed. 2015-2016) Ettore Gallelli-editore (tutte le edizioni)

   Anuario de la Nobleza Espanola (ed. 2014-2015-2016) Ettore Gallelli-editore  (tutte le edizioni)

    Libro d'Oro della Nobilta' Italiana -della Consulta Araldica del Regno d'Italia-serie aggiornata-volume G-L (tutte le edizioni) Ettore Gallelli-editore (tutte le edizioni)

   Elenco Ufficiale della Nobiltà Italiana-della Consulta Araldica del Regno d'Italia -serie aggiornata (tutte le edizioni) Ettore Gallelli-editore (tutte le edizioni)

   Regio Libro d'Oro della Nobilta' Italiana- (tutte le edizioni) Ettore Gallelli-editore.

   Libro d'Oro della Nobiltà Italiana -nuova serie corrente (ed. 25esima 2015-2019 (Collegio Araldico Romano-Istituto Araldico Romano) (tutte le edizioni)

   Stemmario Nobiliare Calabrese (tutte le edizioni) Ettore Gallelli-editore.

   Decano Nobiliare Calabrese-(tutte le edizioni) Ettore Gallelli-editore.

   Storia dei Feudi e dei Titoli Nobiliari della calabria vol. quinto S-Z  di Mario Pellicano Castagna -Ettore Gallelli-editore 2013.

   Libro d’Oro della Consulta Araldica del Regno d’Italia 1896-1943.

   Rivista araldica del Collegio Araldico Colonnello Bertini Frassoni, 2libro d’oro della nobilta’ Italiana”.
Libro d’Oro della Nobiltà Italiana, collegio araldico -Colonnello Bertini Frassoni. Edizioni (tutte le edizioni).

   Elenco nobiliare regionale.

   Catasto onciario di Badolato.

   Le grandi famiglie di Roma, edizioni Newton 2005

   Ruolo Generale del S.M.O.M.

   Ruolo Generale dei cavalieri di San Giovanni dell'Ospedale di Gerusalemme

di Franco Giannini-2016.

   Elenco ufficiale dei cav. jure sanguinis del S.M.O. Costantiniano di S.Giorgio.

   Elenco ufficiale delle Reali guardie d’onore dei Savoia.

   Elenco ufficiale dei cav. di Malta della Reale arciconfraternita di S. Giovanni in Catanzaro.

   Grande Armoriale Italiano, del Consiglio Araldico Italiano, marchese Spreti, edizione 2007Libro su Zara di Dokozan. Edizione 1988
Storia medioevale di Badolato, dello storico A. Gesualdo. Edizioni Frama Sud 1986

   Storia medioevale e moderna di Badolato, dello storico A, Gesualdo. Edizioni Frama Sud 1987.

   Storia di Badolato dal 1799 al 1999. dello storico A. Gesualdo. Edizioni Frama Sud. 1999

   Elenco ufficiale dei sindaci dei nobili di Badolato.

   Archivio Araldico Vailardi.

   Gallelli: volti di un casato (di Giovanni Grandi -2014).

   Storia dei baroni Gallelli di Badolato (di Bruno Russo-2013.

   Registro Ufficiale dei Feudatari di Badolato -Ettore Gallelli-editore.

   Rivista Araldica Calabrese n. 7 (Ettore Gallelli-editore).

    Rivista Calabrese di Caccia alla Volpe a Cavallo.

    Storia di Badolato dal 1080 al 2009 dello storico Antonio Gesualdo (edizioni Abramo 2009.)

   Rivista Araldica (1991-Collegio Araldico).

   Rivista Araldica (n. 869 -2015-Collegio Araldico Romano-Istituto Araldico Romano).

   Storia medioevale di Badolato, dello storico A. Gesualdo, edizioni Frama Sud 1986.

   Storia di Badolato medioevale e moderna, dello storico A. Gesualdo. Edizioni Frama Sud 1987.

   Storia di Badolato dal 1799 al 1999, dello storico A. Gesualdo. edizioni Frama Sud 1999 Leggi>>

   Storia di Zara, dello storico prof. Docozan.

   Modi di produzione dell'azienda agraria dei baroni Gallelli di Badolato tra '700 e '800. A. Crisafi.

   Lineamenti per una storia dell'antico casato Gallelli, di F. Von Lobstin 1991 Rivista Araldica (Collegio Araldico).

   Il Quotidiano di Sabato 2 giugno 2007 Franco Laganà Leggi>>

   Punto &@ Capo mensile di informazione, cultura, sport Rosa Gallelli Leggi>>

   Il Domani di Sabato 25 agosto 2007
Leggi>>

   La Radice Periodico dell'associazione Culturale "LA RADICE" Badoalto (Cz) Italia Leggi>>